Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
enricabonaccorti.overblog.com

La normalità...

17 Aprile 2013 , Scritto da enrica bonaccorti

Che cosa vuol dire Normalità? Se guardiamo i sinonimi, troviamo: abitudine – regolarità – prassi – consuetudine – ordine. Nulla che riguardi la Natura? Allora normale non vuol dire naturale? No, se il sinonimo della parola normalità è la parola consuetudine, è la Cultura, non la Natura, che decide e definisce cosa sia normale e cosa no. Ma la cultura tradisce se stessa, perché ne fa una questione di numeri: se la maggioranza è così o pensa così, questo ‘così’ diventa normale,  naturale. Ma questa è la consuetudine, è diverso! Ecco la parola che si oppone generalmente a normale: diverso. E qui cominciano i problemi, perché dall’alba dei tempi diversità vuol dire pericolo, il diverso si teme, si esclude, si combatte, si elimina. Proprio quello che la cronaca continua a raccontarci, c'è chi si arroga il diritto non solo di giudicare e condannare, ma anche di punire chi ha comportamenti differenti, e l’esempio principe dell’essere diverso è sempre l’omosessualità. Persino in chi afferma di non farne un problema, affiora ancora troppo spesso il dubbio se sia o meno naturale. Comunque è contro natura..  Quante volte abbiamo sentito pronunciare queste parole? Ma la risposta viene dalla Scienza, e chiama in causa proprio quella Madre Natura tanto invocata, perché nonostante non porti alla riproduzione, l'accoppiamento omosessuale è comune in centinaia di specie animali! Dunque finiamola di considerarla in qualche modo contro natura, riflettiamo piuttosto sul fatto che in tutto il regno animale, scientificamente il nostro, l'unica specie in cui coesistono omosessualità e omofobia è quella umana. Eppure, noi che abbiamo gli strumenti per arrivare a un ragionamento articolato, dovremmo essere capaci di capire che essere diverso significa essere fuori della norma, caso mai, non fuori o contro la natura. E visto che ho iniziato con i sinonimi, finisco con i contrari: il contrario di diverso è uguale, il contrario di normale è eccezionale. Dunque, anche le parole tolgono ogni alibi a qualsiasi forma di omofobia..

 

Condividi post

Repost 0

Commenta il post

mario christos marcello 06/05/2015 09:21

infatti!!!
ed il ragionamento si declina anche in tutte le coniugazione della paura come il razzismo, il timore di confrontarsi con il prossimo.
Grazie a Dio, io "non sono normale" (parafrasando Gaber in "Io non mi sento italiano"). MA PER FORTUNA O PURTROPPO LO SONO!! :-)

Vale 04/22/2013 00:17

La normalità penso venga utilizzata quando abbiamo bisogno di avere dei riferimenti certi, perché non sempre si ha quella elasticità di accogliere qualcosa che vada a minare le nostre certezze, le famose scritte sui muri che ci vengono scalfite sulla nostra persona sin da piccoli. Ci vuole una piena ed incondizionata libertà di pensiero per rispettare ciò che non è uguale a noi. Condivido che siano due termini, normalità e natura, che appartengano a due realtà differenti.

Manlio 04/17/2013 14:02

Nella vita faccio il ricercatore, mi occupo di Ingegneria, se vogliamo di fisica applicata..

Per un personaggio come me la parola ''Contronatura'' non ha alcun significato: se una cosa esiste allora la natura ne permette l'esistenza..

Potrà essere funzionale o non funzionale allo scopo della riproduzione, ma certamente non contro o pro natura..

La 'normalità' è una cosa che evolve: per i Greci era normale che un grande saggio, uomo adulto ed avanti con l'età, giacesse con un giovane ragazzo..

All'epoca era normale se non addirittura apprezzato, oggi al solo pensiero mi viene il ribrezzo..

La ''normalità'' è legata alla cultura e cambia con il periodo ed i contesti..

Con la ''Normalità'' si possono fare tante cose, ma mai passi avanti decisivi: il 'salto' in avanti lo fa chi non è normale, la natura, l'evoluzione, la scienza, progrediscono con la diversità..

Una mattina tra mille cantanti che cantano ''Grazie dei fiori'' arriva uno che canta ''Volare'' , un'altra (molto prima ndr) tra decine di imbarcazioni sbuffanti che sfilano davanti alla Regina ne arriva una con una turbina che sembra volare nell'acqua..

Il progresso è legato al pensiero diverso, non alla consuetudine..

Un saluto..
Manlio

enrica 04/18/2013 01:08

un approfondimento e un'espansione del tema di cui ti ringrazio molto,manlio, e su cui sono totalmente d'accordo. anzi, aggiungo che non solo la normalità cambia, dunque non esiste come modello unico, così come non esiste l'obiettività, che racconta convinta la sua verità, ma punti di vista di partenza differenti, persino la posizione fisica diversa, fanno vedere una verità o un'altra. Tutte e due obiettive, escludendo ovviamente la cattiva fede. Comunque, senza la diversità,senza l'inciampo evolutivo insospettato,nessuno di noi sarebbe qui, o almeno, non così.. PS bellissimo il paragone con Grazie dei fior e Volare!