Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
enricabonaccorti.overblog.com

Il fattore "G"

18 Marzo 2013 , Scritto da enrica bonaccorti

Fattore "G" come Genova, la mia città. Una città lunga, distesa ad arco intorno alla sua "Janua", porta che affaccia sul mare. Una porta stretta. Siamo stretti fra mare e Piemonte, siamo stretti nei vicoli, le vigne hanno lo spazio dei rampicanti, chiamiamo piazze degli slarghi. Viviamo stretti l'uno all'altro ma siamo stretti nell'esternare, stringati nelle parole e nelle spese. Si vive in sottrazione, a Genova l'eleganza è non farsi notare. Si cammina in fila seguendo la corda tesa che attraversa la città da un estremo all'altro, che ci rende sempre pronti allo scatto della critica, raramente all'entusiasmo. Preferiamo criticare che festeggiare, vuoi mettere la soddisfazione.. È famoso l'accordo degli antichi marinai genovesi, che fra le due opzioni, 100 lire e niente commenti oppure 80 e ‘mugugno’ libero, sceglievano massicciamente la seconda. E il mugugno altro non è che potersi lamentare, poter criticare, e per noi non ha prezzo. Forse è l’unica leva che ci fa uscire dalla fila, l’alibi che supera e annulla l’automatica disapprovazione verso chi si mette in mostra. E allora la protesta diviene dirompente, la parola stringata e sommessa si fa urlo e valanga, il mugugno individuale diventa rivendicazione sociale. Difficile far cambiare opinione a un genovese, non si fanno sconti, né in negozio né nell’anima luterana, che al contempo offre garanzie rare nel nostro Paese: affidabilità diffusa, efficienza puntigliosa, serietà. Esclusi i perditempo. Anche perché il tempo è denaro, potrei chiosare con una battuta, ma non è questo. È lo spreco che è insopportabile. Fin da piccoli siamo educati con esempi costanti, anche in famiglie senza grandi problemi o addirittura abbienti, a considerare lo spreco come uno dei peggiori comportamenti, e se si traspone questo a livello nazionale, il mugugno giustamente sale al cielo, dove scolora la B di Bengodi e si staglia la G di Genova. E nu ghe n’è ciù per nisciun..

Condividi post

Repost 0

Commenta il post

Annamaria 03/20/2013 17:53

Ciao Enrica!! mi spiace non averti potuto seguire su TV 2000, ma sono ancora al lavoro...vorrei fosse possibile rivedere questa tua intervista...chissa' se si puo' ! con stima, Annamaria

enrica 03/29/2013 13:03

se vai su Enrica Bonaccorti Official la trovi. Buona Pasqua a te e a chi ti è caro

anna maria di franco 03/20/2013 17:32

Cara Enrica ho appena sentito la tua intervista su tv 2000 e ho scoperto che sei una donna meravigliosa:la profondità dei tuoi pensieri , il tuo modo di amare e di accettare la vita con passione , il tuo profondo interesse e la tua curiosità ad imparare e di informarsi per poi comunicare e aiutare gli altri ... Come vorrei essere come te!!!! Sono una donna di 66 anni , separata per mia volontà dopo 37 anni di matrimonio e ora "sola" e con un passato "pieno" come hai detto .tu. Hai detto che non pensi al futuro , ma io adesso ne ho un po' paura perchè in confronto a te mi sento povera nella mente , non mi so esprimere, mi confondo , ho paura della vecchiaia e mi manca l'entusiasmo che hai tu , come vorrei essere come te!!! Complimenti Enrica sei una grande donna Ciao Anna Maria