Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Un brevetto d’umanità

12 Marzo 2021 , Scritto da enrica bonaccorti

Non ho le competenze necessarie per dare opinioni sui vaccini nè sulla loro organizzazione, ma un commento in generale ce l’ho sulla punta della lingua e fin dall’inizio: trovo immorale che si tratti un presidio medico indispensabile alla sopravvivenza del genere umano, come un qualsiasi altro prodotto su cui si può contrattare, mettere all’asta, distribuire in modo privilegiato ai migliori offerenti. Oggi leggo questi titoli: “Sospendere i brevetti sui vaccini per garantirli a tutti” “Stop ai brevetti per sbloccare la produzione” ma chi è contrario obietta che questo potrebbe penalizzare gli investimenti nella ricerca delle aziende farmaceutiche. Come dire: a Big Pharma non conviene investire denaro per trovare i farmaci più potenti contro il virus se non può disporne come vuole e guadagnarci quanto vuole. E se altri cominciano a produrli in autonomia, questo non sarà più possibile. So di essere molto utopica e per niente pratica, ma almeno la salute, la salvezza dell’umanità non si dovrebbe vendere un tanto al chilo o a chi offre di più. Il vaccino contro la poliomielite salvò milioni di vite ed evitò che milioni di bambini rimanessero paralizzati o zoppi, e vorrei ricordare che il suo creatore, il prof Sabin, non volle brevettarlo, e rinunciò ad arricchirsi proprio per mantenere un prezzo che consentisse la sua più vasta diffusione. Disse solo “Lo dono ai bambini del mondo”. Erano gli anni ‘50.

 

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post